• Home
  • Attualità
  • Cronaca
  • Spettacoli
  • Cultura
  • Benessere
  • Magazine
  • Video
  • EN_blog

Ven03222019

Last updateLun, 27 Feb 2017 8pm

Start Cup FVG 2017 - Il futuro è la tua impresa

Logo Start Cup Fvg 2017

Ritorna Start Cup FVG, la business plan competition per sostenere l'imprenditoria giovane, promuovere la nascita e la crescita di imprese innovative (spin-off universitari/accademici e start up) e più in generale diffondere la cultura imprenditoriale nel mondo accademico e nel territorio del Friuli Venezia Giulia, incentivando così lo sviluppo economico regionale e l'attrazione di ulteriori investimenti e imprese da fuori regione.
Un progetto articolato che nei vari mesi di svolgimento fornisce a tutti i partecipanti incontri di formazione e assistenza per la redazione dei business plan e che per i vincitori prevede premi in denaro e servizi di incubazione e accompagnamento al mercato e la possibilità di accedere al Premio Nazionale per l'Innovazione – PNI.

Come la precedente, l'edizione 2017 di Start Cup FVG nasce dalla collaborazione tra molti attori del territorio da tempo attenti a sostenere, a vari livelli, le migliori idee d'impresa innovativa:
    •    tre università regionali: Università degli Studi di Udine, Università degli Studi di Trieste, SISSA - Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di Trieste
    •    due fondazioni bancarie: Fondazione Cassa di Risparmio di Udine e Pordenone, Fondazione CRTrieste
    •    il Gruppo Giovani Imprenditori Confindustria FVG
    •    quattro parchi Scientifici e Tecnologici e un incubatore regionale: AREA Science Park, Friuli Innovazione, Consorzio Innova FVG, Polo Tecnologico di Pordenone e BIC Incubatori FVG
    •    la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
    •    la Federazione delle Banche di Credito Cooperativo del Friuli Venezia Giulia.
Supportano l’iniziativa: l’IRCSS CRO di Aviano, il Consorzio Friuli Formazione (CFF), i network di business angel IAG (Italian Angels for Growth) e Unicorn Trainers Club, le aziende ABS - Acciaierie Bertoli Safa., Electrolux Professional e Fincantieri. Partner tecnici iVision, Studio Sandrinelli Srl e Arrocco. Mediapartner: Messaggero Veneto e Il Piccolo.
Una rete di promotori estesa che ha l'obiettivo di coinvolgere in maniera sempre più capillare la regione e di valorizzare ancora meglio le più promettenti idee imprenditoriali.

Start Cup FVG 2017 è stata illustrata oggi alla stampa a Palazzo Klefisch, sede di rappresentanza dell'Unione Industriali di Pordenone, da: Matteo Di Giusto, Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria FVG; Maurizio Fermeglia, Rettore dell'Università degli Studi di Trieste, in rappresentanza dei tre atenei; Valerio Pontarolo, Presidente del Polo Tecnologico di Pordenone, in rappresentanza dei Parchi Scientifici e Tecnologici e dell'Incubatore; Alessandro Trivillin, Amministratore Delegato ABS – Acciaierie Bertoli Safau e CO-CEO Danieli, in rappresentanza delle aziende; Gianfranco Favaro, Vicepresidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Udine e Pordenone; Walter Lorenzon, Presidente Bcc Pordenonese e Lino Mian, Presidente Friulovest Banca in rappresentanza della Federazione BCC del Friuli Venezia Giulia e da Sergio Bolzonello, Vicepresidente e assessore alle attività produttive, turismo e cooperazione della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.

Start Cup FVG intende essere una risposta pratica e di facile accesso alle esigenze di laureandi e laureati, imprenditori, professionisti e giovani che vogliono tramutare la propria idea originale in idea imprenditoriale, offrendo ai partecipanti l'opportunità di valutare la realizzabilità dei propri progetti e di creare le condizioni per avviare e sviluppare la propria attività.

L'iniziativa prevede quattro fasi.

La prima, quella delle iscrizioni, è attiva da oggi con la pubblicazione del sito www.startcupfvg.it che presenta il regolamento completo dell'iniziativa e la modulistica che gli interessati devono compilare. La domanda di partecipazione va compilata online entro e non oltre il 28 febbraio 2017, fornendo una descrizione sintetica del progetto e indicando il settore di appartenenza tra quattro categorie: LIFE SCIENCES (prodotti e/o servizi innovativi per migliorare la salute delle persone); ICT (prodotti e/o servizi innovativi nell'ambito delle tecnologie dell'informazione e dei nuovi media: e-commerce, social media, mobile, gaming, ecc.); AGRIFOOD - CLEANTECH (prodotti e/o servizi innovativi orientati al miglioramento della sostenibilità ambientale, tramite il miglioramento della produzione agricola, la salvaguardia dell'ambiente, la gestione dell'energia); e INDUSTRIAL (prodotti e/o servizi innovativi per la produzione industriale che non ricadono nelle categorie precedenti, innovativi dal punto di vista della tecnologia o del mercato).

La seconda fase prevede lo sviluppo della proposta presentata in un business plan “qualitativo”, secondo le modalità suggerite dalla Direzione del Premio che dovrà essere poi caricato in formato elettronico su www.startcupfvg.it secondo le tempistiche che saranno comunicate agli iscritti tramite il sito stesso. Il business plan andrà accompagnato da una presentazione di massimo 10 slides e da un breve pitch video di massimo 3 minuti con una sintesi della business idea. In questa fase, i partecipanti avranno a disposizione corsi di cultura imprenditoriale articolati su temi di gestione d’impresa quali business planning, strategia, marketing, organizzazione, contabilità, finanza e tutela della proprietà industriale, e incontri con la comunità accademica, industriale e finanziaria, per favorire la circolazione delle idee e lo sviluppo di relazioni.

La terza fase consiste nella valutazione dei business plan da parte del Comitato Valutazione Start Cup FVG e prevede la selezione di massimo 24 progetti che verranno suddivisi in due sezioni, IDEAS e START UP, sulla base del grado di avanzamento/maturità del progetto. A ciascun progetto selezionato sarà attribuito un Angelo. La comunicazione dei progetti che avranno superato la prima selezione, la loro categorizzazione in IDEAS o START UP e l'abbinamento con l'Angel saranno veicolati in un evento ufficiale, la “Notte degli Angeli”, che si terrà a Udine tra fine giugno e la prima settimana di luglio 2017.

La quarta fase, da luglio a ottobre, vede i proponenti selezionati durante la “Notte degli Angeli” elaborare il business plan definitivo, l’executive summary e un pitch (un breve video di massimo 3 minuti), avvalendosi del supporto degli Angeli che andrà consegnato entro il termine che verrà loro indicato. Questa fase terminerà con un evento pubblico che si terrà a Trieste nel mese di ottobre 2017, in cui verranno premiati i vincitori di Start Cup FVG: quattro per la sezione IDEAS e quattro per la sezione STARTUP.

I quattro progetti vincitori della sezione IDEAS otterranno un premio di € 4.000,00 ciascuno. I quattro progetti vincitori della sezione START UP riceveranno ciascuno: un premio di € 4.000,00 e servizi per un valore di € 20.000,00 di pre-incubazione o incubazione fisica e mentoring presso un incubatore certificato; accesso al mercato degli investimenti nel capitale di rischio (business angel, seed e venture capital); assistenza e supporto per lo sviluppo della start up (comunicazione, proprietà industriale, aspetti legali e fiscali, ecc.); e di formazione e tutoraggio dei neo imprenditori.

Tra tutti i progetti premiati, sia nella sezione IDEAS sia in quella START UP, il Comitato di Valutazione individuerà quattro progetti (uno per categoria) che parteciperanno al Premio Nazionale per l’Innovazione secondo le modalità previste per l’edizione 2017.


INFO ISCRIZIONI
Web: www.startcupfvg.it, Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., Tel: 0432-556369, 040-5583012

SOCIAL NETWORK
Facebook: StartCupFvg; Twitter: @StartCupFvg; #StartCupFVG

DICHIARAZIONI

“In un contesto ancora delicato per l'economia, come quello attuale, è fondamentale investire nella nascita di nuovi soggetti imprenditoriali e nell'innovazione delle imprese. Start Cup FVG contribuisce a entrambi gli aspetti, fornendo supporto alla nascita di nuove realtà e alla crescita di start-up capaci di muoversi in direzione innovativa. - ha affermato Matteo Di Giusto, Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria FVG - Start Cup FVG viene lanciata subito dopo un altro nostro importante evento che ha visto unite tutte le territoriali di Confindustria Giovani della nostra Regione, cioè le Assise tenutesi lo scorso 15 novembre a Udine. Start Cup FVG ha quindi il merito di ampliare ancora la sinergia andando oltre i confini Confindustriali e fare davvero squadra con i principali attori della regione”.

“L’Università vuole rivendicare il suo ruolo fondamentale di motore dello sviluppo economico e territoriale. – ha dichiarato il Magnifico Rettore dell’Università di Trieste Maurizio Fermeglia - In un’economia in cui l’innovazione gioca un ruolo fondamentale per il futuro delle nostre imprese, l’Università, grazie al premio Start Cup FVG, diventa essa stessa promotrice di nuova imprenditorialità innovativa a maggior ragione in questo particolare momento di evoluzione del sistema industriale e dei servizi che sta andando verso l’industria 4.0. La convergenza di tanti soggetti promotori che operano nella filiera dell’innovazione non fa che esaltare il ruolo di catalizzatore degli atenei e aumentare le possibilità di successo dei progetti imprenditoriali che partecipano alla competizione”.

"Piace ritrovarsi insieme ogni due anni per questa iniziativa, ormai classica, che tuttavia in ogni edizione si rinnova ed arricchisce. E ne sottolineo gli elementi più importanti: i giovani studenti, l'energia, l'idea, il sapere delle università, il business plan lo strumento di sviluppo e innovazione. Per questa competizione il Polo c'è!" ha affermato Valerio Pontarolo, Presidente del Polo Tecnologico di Pordenone.

“Abbiamo accompagnato questo progetto fin dall'inizio non solo perché investire sui giovani è una delle nostre priorità, ma anche perché siamo consapevoli che le idee innovative hanno bisogno di sostegno affinché possano trasformarsi in realtà imprenditoriale. - ha proseguito Gianfranco Favaro, Vicepresidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Udine e Pordenone - Oggi noi confermiamo il nostro impegno ad offrire un'opportunità a quelle idee, contribuendo a creare le condizioni favorevoli alla loro crescita, e lo facciamo in una prospettiva d'insieme, che vede convergere forze diverse, unite per un obiettivo comune”.

“Oggi più che mai per aiutare il nostro territorio a ripartire sono necessari senso di responsabilità e lavoro di squadra tra imprenditori e Istituzioni: le Bcc, che hanno sostenuto questa iniziativa sin dalla sua nascita, non potevano sottrarsi quest’anno, che vede importanti sinergie tra le realtà locali (Confindustria, università, incubatori e banche) per sostenere l'imprenditoria giovanile in un periodo di grande difficoltà” ha affermato la Federazione regionale delle Banche di Credito Cooperativo.

“Start Cup FVG è un’opportunità importante per incoraggiare e sostenere una cultura imprenditoriale votata all’innovazione e al miglioramento costante con un’attenzione particolare rivolta alle giovani generazioni. La nostra Regione ha messo a disposizione strumenti importanti in tal senso per aumentare la nostra competitività e favorire investimenti nel nostro territorio” ha concluso Sergio Bolzonello, Vicepresidente e assessore alle attività produttive, turismo e cooperazione della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.


29 novembre 2016


Partner Start Cup FVG 2017

La Superluna e la bora, avventura sulla rocca di Monrupino: foto e video col cannocchiale

La Superluna e la bora, avventura sulla rocca di Monrupino: foto e video col cannocchiale

Trieste - La sera del 14 novembre il fotoreporter Stefano Savini si è recato sul Carso triestino con la reflex ed un cannocchiale fotografico (digiscoping) per catturare il sorgere della luna piena al perigeo. Ecco il racconto della sua esperienza.

"Mi è venuto naturale andare alla Rocca di Monrupino, da dove so che si ha una vista aperta sul monte Nanos, dietro il quale, in questi periodi dell'anno, si può vedere il sorgere della luna piena.

Le  orbite elicoidali della luna portano, al levar della stessa, ad una visione più grande di questo satellite che quest'anno ha toccato "solo"  i 356.000 km di distanza dalla Terra, invece degli abituali 382.000.  

Ci sono un sacco di problematiche per riuscire a effettuare le riprese di questo fenomeno. Il primo è la distanza stessa della luna che interpone tutta l'atmosfera fra chi fotografa e il satellite.

Poi bisogna scongiurare la presenza delle nuvole che purtroppo, nonostante la bora, erano presenti proprio nei dintorni del monte Nanos e quindi hanno oscurato parzialmente il sorgere del satellite.

Il terzo problema da affrontare è il freddo: più fa freddo e maggiore è la qualità dell'aria pulita che permette le riprese, ma il freddo a Trieste e dintorni significa spesso Bora, che è un vento incostante, con variabilità di raffiche, che rendono complicati i tentativi di fotografare la luna.  

Al mio arrivo c'erano già quattro persone e poi sono aumentate, diventando una trentina circa. Il freddo portato dalla Bora mi ha obbligato a mettermi una tuta termica con sopra una normale tuta e infine i pantaloni normali, idem con la parte alta del corpo, poi zuccotto e guanti fotografici che permettono l'uso delle dita.  

Sulla testa ho dovuto mettere una torcia frontale per poter manovrare prima la reflex con un 400mm f2.8 duplicato 2x e poi con tanta pazienza, usare un cannocchiale terrestre per le riprese a luna alta.  

La velatura parziale attorno al monte Nanos ha tolto molto dettaglio al risultato finale, facendo sembrare video e foto sfuocate. Infatti per questo motivo - non per il freddo come per molti presenti - ho abbandonato le riprese dopo neanche un’ora e mezza per mancanza di risultati convincenti.

Peccato veramente, anche se la percezione visiva reale non rendeva in maniera evidente la maggior vicinanza del satellite alla nostra amata Terra".

Proponiamo un video ed alcuni scatti effettuati al suo sorgere con il cannocchiale da digiscoping.

Il video mostra la velocità con cui il nostro satellite si muove, e la forza del vento sul Carso (raffiche di 90 km/h).

Le antenne che si stagliano contro la luna sono quelle che si trovano sul monte Nanos.



 

Video e foto di Stefano Savini. Licenza Creative Commons: uso non commerciale, citare la fonte.

 


Sorgere della luna al perigeo - 1
Sorgere della luna al perigeo - 2
Sorgere della luna al perigeo - 3

Oggi 14 novembre la Superluna più spettacolare da 68 anni a questa parte

Oggi 14 novembre la Superluna più spettacolare da 68 anni a questa parte

Trieste - Nella serata di lunedì 14 novembre sarà possibile assistere ad uno dei fenomeni lunari più spettacolari, che prende il nome popolare di “Superluna”.

Si tratta di un fenomeno né poco usuale né infausto: dato che l'orbita che la Luna percorre attorno alla Terra ha la forma di un’ellisse, ci sono momenti in cui raggiunge la massima vicinanza (perigeo) ed altri in cui raggiunge la massima lontananza (apogeo).

Oggi si verifica una speciale coincidenza, che rende la “Superluna” particolarmente spettacolare: sarà piena soltanto due ore dopo aver superato il perigeo, il che la farà sembrare più grande del 14% e più luminosa del 30% rispetto ad ogni altra luna piena da 68 anni a questa parte.

La distanza della Luna dalla Terra oggi è di 356.508 km al perigeo. La distanza media è di 384.400 km.

L'ultima volta che la luna piena era stata così vicina alla Terra è stata il 26 gennaio 1948 e tornerà ad essere così imponente e brillante soltanto fra 18 anni, il 25 novembre 2034.

Questa Superluna peraltro è la seconda delle tre di quest’anno. Se le nuvole non ci mettono lo zampino, oltre a quella di oggi gli appassionati ed i curiosi potranno assistere ad un’altra Superluna il 14 dicembre.

Nella foto di Stefano Savini, la Superluna che era stata visibile a giugno 2013 (Licenza Creative Commons: uso non commerciale, citare la fonte).

 

Chi siamo

Direttore: Maurizio Pertegato
Capo redattore: Tiziana Melloni
Redazione di Trieste: Serenella Dorigo
Redazione di Udine: Fabiana Dallavalle

Pubblicità

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Privacy e cookies

Privacy policy e cookies

Questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Per comprendere altro sui cookie e scoprire come cancellarli clicca qui.

Accetto i cookie da questo sito.