• Home
  • Attualità
  • Cronaca
  • Spettacoli
  • Cultura
  • Benessere
  • Magazine
  • Video
  • EN_blog

Lun10262020

Last updateLun, 27 Feb 2017 8pm

Pordenone: crollo a scuola e grave episodio di bullismo riportano al centro il tema dell'attenzione ai giovani

Pordenone: crollo a scuola e grave episodio di bullismo riportano al centro il tema dell'attenzione

Pordenone - Due notizie riportate dal quotidiano locale "Il Gazzettino" che riguardano il mondo della scuola portano di nuovo alla ribalta il tema dell'attenzione rivolta ai giovani e all'educazione.

Il primo episodio riguarda il degrado degli edifici, ed è avvenuto lunedì 4 aprile scorso presso il liceo scientifico "Grigoletti" durante la prima ora di lezione, quando il supporto di metallo delle lampade per l'illuminazione di un'aula dell'edificio è caduto dal soffitto. Provvidenzialmente il pezzo è rovinato a terra tra i banchi senza colpire neppure uno degli alunni presenti in classe.

Il secondo fatto, ben più grave, riguarda ancora una volta il fenomeno del bullismo.

Il 6 aprile, in viale Grigoletti a Pordenone, due ragazzi minorenni sono stati aggrediti da quattro giovani, che li hanno malmenati e scaraventati a terra e poi si sono dati alla fuga.

Su segnalazione dei passanti è giunta un'ambulanza del 118 e la Polizia. Uno dei ragazzi ha sbattuto la testa sul marciapiede ed è in gravi condizioni.

Proprio attorno al tema dell'attenzione agli adolescenti ed al loro mondo si è aggregato un gruppo di educatori e professionisti della nostra Regione, che stanno diffondendo una lettera aperta alle istituzioni per sollecitare un maggiore impegno a favore dei ragazzi.

La lettera sta raccogliendo le adesioni di numerosi insegnanti, educatori e genitori nelle quattro province del FVG.

Così l'esordio della lettera:

"La sofferenza che la preadolescente di Pordenone non è più riuscita a tenere dentro di sé e che è sfociata nel tentativo di porre fine alla propria vita ha colpito tutti. Profondamente. Così come altre analoghe vicende accadute nella nostra regione in questi ultimi anni.

Ci pone molte domande, ci interpella come adulti e interroga le istituzioni locali, le realtà scolastiche, quelle sociali, quelle sanitarie, quelle economiche, quelle culturali.

Siamo tutti sollecitati a chiederci dove stanno gli adolescenti nelle scelte di una scuola, nelle priorità di un servizio sociale o sanitario, nelle politiche locali e in quelle regionali.

Desideriamo dare voce ad alcune riflessioni che, a nostro avviso, non hanno trovato spazio nelle cronache dei quotidiani, delle televisioni, degli strumenti digitali di comunicazione.

Lo facciamo trascorso qualche tempo dal fatto, così da presentare considerazioni non frettolose ma meditate, poiché quanto avvenuto non può essere oggetto di sbrigativi commenti. Lo facciamo consapevoli di dover assumere un atteggiamento di grande umiltà, che deriva dalla conoscenza della complessità dei percorsi evolutivi delle giovani generazioni, in particolare dei preadolescenti e degli adolescenti.

Di quanti rischi essi incontrano e insieme delle tante opportunità di cui dispongono; di quanto rapidi si presentano ai nostri occhi i cambiamenti che osserviamo, spesso inaspettati o non compresi nella loro portata (basti pensare all'arrivo nei nostri territori di tanti ragazzi e di tante famiglie provenienti da altri Paesi, alla ricerca di un futuro sereno, innanzitutto peri propri figli).

Di quanto infine siano cresciute le responsabilità del mondo adulto, nelle sue diverse espressioni, rispetto alla fondamentale funzione di accompagnamento e di orientamento dei ragazzi.

Proprio perché la preadolescenza e l'adolescenza sono età cruciali nella costruzione dell'identità personale e sociale dell'individuo. La complessità accennata – lo diciamo con chiarezza – non può tuttavia giustificare i tanti silenzi che hanno connotato queste difficili giornate".

Qui il testo completo della lettera. Chi fosse interessato alla sottoscrizione ci può scrivere all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lettera aperta.pdf
Lettera aperta.pdf

Chi siamo

Direttore: Maurizio Pertegato
Capo redattore: Tiziana Melloni
Redazione di Trieste: Serenella Dorigo
Redazione di Udine: Fabiana Dallavalle

Pubblicità

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Privacy e cookies

Privacy policy e cookies

Questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Per comprendere altro sui cookie e scoprire come cancellarli clicca qui.

Accetto i cookie da questo sito.