• Home
  • Attualità
  • Cronaca
  • Spettacoli
  • Cultura
  • Benessere
  • Magazine
  • Video
  • EN_blog

Ven02222019

Last updateLun, 27 Feb 2017 8pm

A Pordenone gli autori del reportage “Prigionieri, 2014 fuga dall’Isis”. Videointervista

A Pordenone gli autori del reportage “Prigionieri, 2014 fuga dall’Isis”. Videointervista

Pordenone - Frutto della collaborazione tra "Le Voci dell’inchiesta" e il Circolo della Stampa di Pordenone, si è svolto sabato 27 febbraio un interessante incontro dal titolo “Come nasce un’inchiesta”. Protagonisti, gli inviati Cristina Scanu e Giuseppe Ciulla, autori di un documentario sulla situazione dei cristiani in Siria.

Giuseppe Ciulla ha all’attivo l’impegno professionale per vari canali televisivi come autore e caporedattore per molteplici testate giornalistiche: Rai, l’Espresso, Il Fatto, Il Messaggero, Il Giorno, Leggo e Famiglia Cristiana. Cristina Scanu è inviata per vari programmi di approfondimento politico, in primo luogo Rai e La 7: La Gabbia, L’Ultima Parola, Mi Manda Rai Tre, Le invasioni barbariche. I due giornalisti sono stati tra i primi a parlare di ISIS, già nell’estate 2014, quando l’ex agente Cia che si fa chiamare Al Baghdadi si autoproclamò Califfo dello stato islamico.

La ricerca a vasto raggio che i due reporter hanno svolto sullo scacchiere mediorientale, partendo dalla guerra che incendia la Siria, ha portato alla realizzazione del reportage “Prigionieri, 2014 fuga dall’Isis”, vincitore, tra gli altri, del Premio Amnesty lnternational ltalia per i diritti umani.

Qui la videointervista agli autori realizzata in occasione della conferenza. Le immagini sono tratte dal trailer del documentario-inchiesta.



La loro inchiesta è partita da una prigione curda nel nord della Siria e si è estesa alla prima linea del fronte siriano-iracheno, per raccogliere le testimonianze dei Curdi assediati dall’Isis e dei Cristiani in fuga da Mosul.

Nel carcere siriano hanno intervistato alcuni miliziani Isis prigionieri dei curdi nel nord della Siria. Il risultato è lavoro di un realismo libero da stereotipi, capace di contribuire alla ricostruzione di una verità utile alla comprensione del reale. Il film cerca di spiegare chi sono veramente gli uomini del “califfato” e quali i loro obiettivi, offrendo al mondo una visione per molti inedita dei terroristi che stanno seminando morte in mezzo mondo.

Oggi interventi come i loro sono quasi impossibili, il che rende la loro inchiesta ancora più preziosa per aiutare a capire l’attività del capo di questa fazione islamica che sta alimentando un conflitto asimmetrico da molti definito “Terza guerra mondiale”.

Gli autori dello scoop internazionale sull’Isis riporteranno la loro testimonianza, che rappresenta il rigore di un giornalismo che non vuole fermarsi alla superficie delle cose e anzi pretende di penetrare le più scomode verità e di leggere un fenomeno tanto crudele quanto sfuggente.

(Intervista a cura di Maurizio Pertegato)

Chi siamo

Direttore: Maurizio Pertegato
Capo redattore: Tiziana Melloni
Redazione di Trieste: Serenella Dorigo
Redazione di Udine: Fabiana Dallavalle

Pubblicità

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Privacy e cookies

Privacy policy e cookies

Questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Per comprendere altro sui cookie e scoprire come cancellarli clicca qui.

Accetto i cookie da questo sito.